smile
 

AMBULATORIO SPECIALISTICO ORTOGNATODONTICO
Dott. Ludovico A. Lunghi

 
line decor
  
line decor
 
 
 
 

 
 
DISORDINI DELL'ARTICOLAZIONE TEMPORO-MANDIBOLARE

 

I disordini dell'articolazione temporo-mandibolare sono avvertiti dal paziente con sintomatologie di diverso livello: da rumori articolari senza sintomatologia algica a blocchi dell'articolazione o a sintomatologia algica di varie intensità, localizzata o fino a forti cefalee. L'alterato funzionamento dell'articolazione è legato ad alterazioni dentali o scheletriche e si può ripercuotere sulla postura del collo, della colonna vertebrale e quindi dell'intero organismo, ma è possibile anche il fenomeno inverso.

Un esame elettromiografico permette di valutare lo stato di sofferenza della muscolatura masticatoria: elettrodi di superficie (assolutamente non invasivi nè lesivi o dolorosi) riescono a monitorare l'attività contrattile muscolare al fine di individuare le fasce sottoposte a stress ed indirizzare il clinico verso la scelta terapeutica.

Parallelamente, con un esame del funzionamento dell'apparatao locomotore (baropodometria statica e dinamica) si può valutare l'appoggio plantare in fase statica o dinamica per ricercare alterazioni posturali correlate, come causa o come conseguenz , alle problematiche articolari.

Il primo livello di terapia dei disordini temporomandibolari è rappresentato dai bite ortodontici: sono generalmente in resina trasparente ma sono dei veri propri apparecchi ortodontici che consentono di riposizionare la mandibola in modo da restituire una all'articolazione una posizione corretta alleviando lo stress muscolare e la sintomatologia del paziente.