smile
 

AMBULATORIO SPECIALISTICO ORTOGNATODONTICO
Dott. Ludovico A. Lunghi

 
line decor
  
line decor
 
 
 
 

 
 
ORTODONZIA CHIRURGICA E CHIRURGIA ORTOGNATICA

 

 

Qunado in un paziente adulto si presenta una malocclusione dove l'alterata posizione dei denti è dovuta ad un'anomalia delle basi ossee dei mascellari allora la terapia di elezione è rappresentata dalla collaborazione tra ortodonzia e chirurgia ortgnatica. L'ortodontista e il chirurgo maxillo-facciale seguono insieme il paziente lavorando in sinergia. L'ortodontista deve riposizionare i denti (ortodonzia prechirurgica) in modo tale che il chirurgo durante l'intervento (chirurgia ortognatica) possa utilizzare le arcate dentarie come guida per spostare e ricollocare correttamente i frammenti ossei dei mascellari. dopo la chirurgia è necessaria una stabilizzazione della nuova posizione delle arcate e della funzione dei macellari (ortodonzia postchirurgica).

Questa tecnica combinata consente la correzione delle malocclusioni più gravi raggiungendo notevoli risultati estetici, grazie anche alla possibilità di associarsi anche ad interventi di rinoplastica (naso) e mentoplastica (mento).

Le immagini seguenti sono un esempio di una malocclusione scheletrica di II classe trattata ortodonto-chirurgicamente: notare a sinistra, prima della chirurgia, come il mento posizionato in basso e indietro per un defici mandibolare sia stato riposizionato correttamente rispetto al mascellare superiore (a destra, dopo la chirurgia).